IL NUOVO BLOG CHE TI INSEGNA A VOLARE CON LA FANTASIA...


il ventaglio di pagine


CARLO RUTA - FIRMA LA PETIZIONE!
.............................................................................

Io mi girai e vidi un arcobaleno che non andava e non veniva, che semplicemente stava , facendo ponti per i mondi, facendo ponti per i sogni.


.............................................................................
...tutto è ancora da fare, da sognare, da lottare...

mercoledì 30 settembre 2009

POST IT

Sfogliavo i diari di scuola degli anni passati.
E mi sono accorta che avevo dimenticato di aver fatto tante cose, ho dimenticato tante cose.

Q-Zar. Battaglia all'ultimo sangue. Sono nella squadra contro Noemi e Graziana. Meglio così. Vinciamo alla grande. 18 settembre

Come una vera idiota ho chiuso le chiavi nel sellone del motore!! non posso andare a scuola. chiamo mamma, mi viene a prendere, mi lascia lontano da scuola, alla rotonda. E' tardi, incontro Noemi, mi da un passaggio. Entriamo in classe alle 8.25. 28 settebre

Assurdo, annotavo ogni cosa che facevamo.

Domenica al bar tutto il pomeriggio con Graz e Memi.

e un quaderno di questa estate

Nuoto sincornizzato. In acqua urlo il nome di Noemi, la saluto, ma lei non mi sente, non mi saluta, mi arrabbio. Poi mi accorgo di salutare la persona sbagliata.

Festa sulla spiaggia. Finisce troppo presto.

Noemi si arrabbia con me, dice che la posizione in cui dormo è scandalosa. Ma a me piace dormire raggomitolata.

E le nostre battute...

Frasi di personaggi famosi

Qualsiasi persona normale di tanto in tanto prova la tentazione di sputarsi nelle mani, issare la bandiera nera e cominciare a tagliare le gole. (H. L. Mencker)... qui ricordo chiaramente, ero molto arrabbiata con la prof di biologia.

E poi le canzoni. Ne ho una per ogni pagina.

"strade troppo strette e diritte per chi vuol cambiar rotta oppure sdraiarsi un pò..." (ligabue)

"who wants to life forever?" (queen)

"vorrei ricordare tra i drammi più brutti che il sole esiste per tutti" (t. ferro)

Adesso non ricordo a che particolare momento avessi attribuito ogni canzone, ma una mi ha riportata qui...
capisco di sentire il bisogno di annotare tutto perchè poi dimentico. Lo penso spesso. io dimentico sempre tante cose. Dimentico le chiavi attaccate al motore, alla macchina, dimentico dove ho infilato i miei libri, perdo penne e fogli in continuazione, dimentico le facce delle persone e i nomi di quelli appena conosciuti, dimentico di aver ripetuto all'infinito una frase, la ripeto di nuovo. Dimentico gli occhiali da sole in bella vista, nel motorino, il portafogli in bagno, il telefono nel laboratorio. Cerco l'ordine, ma per me è impossibile essere ordinata. Sono convinta che sia la mia testa a non andare. Va bene, non me la sono mai presa, sono così, dimentico le cose. Dimentico di togliere il freno a mano e sentiamo la puzza di bruciato. Loro sanno sempre cosa dimentico. Io non riesco a ricordarlo. Ho dei post it in macchina che mi dicono cosa fare.

Porta il dvd indietro. E' da una settimana che ce l'hai.

togli il freno a mano! mi urla il post it verde acido attaccato allo specchietto retrovisore.

prendi la camicia e portala a casa!

Ma non dimentico i compleanni
Non dimentico di dare il passaggio alla mia amica
Non dimentico i nomi
I posti
eppure dimentico...
un sorriso, una parola carina, i bei ricordi, le risate. Per questo sento il bisogno di scriverle. Ho bisogno dei miei post it.
IL NOSTRO ESERCITO INVINCIBILE,
I NOSTRI SPLENDIDI EROI DI TUTTI I GIORNI, I NOSTRI GUERRIERI COLORATI CHE OGNI MATTINA VESTITI DI MILLE COLORI OCCUPANO LE AULE, LE STRADE, LE PERIFERIE, I CORTILI DI QUESTA NOSTRA ITALIA,

I NOSTRI FIGLI E I NOSTRI FRATELLI, CHE SONO I NOSTRI SOGNI DI SEMPRE, SEMPRE UGUALI E SEMPRE DIVERSI.
LE NOSTRE PAURE E LE NOSTRE SPERANZE,
I NOSTRI MILLE DUBBI E LE NOSTRE CERTEZZE.

COME LE GOCCE DELLA PIOGGIA DANZIAMO SULLA VOSTRA ARROGANZA E DIVENTIAMO FIUMI DI GIUSTIZIA, TORRENTI IMPETUOSI DI RIVOLTA AI VOSTRI CRIMINI, ALLA VOSTRA INDIFFERENZA COMPLICE, ALLA VOSTRA AMBIGUITA' CONSAPEVOLE.

NOI SIAMO I VOSTRI FIGLI, I VOSTRI FRATELLI, I VOSTRI MIGLIORI AMICI, E SIAMO UNA MOLTITUDINE, UN' ECO SENZA FINE DI SUSSURRI E DI SGUARDI CHE NON FINISCONO.

NON FINISCONO NELLA POLVERE DELLE MACERIE,
NON FINISCONO NEL DOLORE DELLA TORTURA,
NON FINISCONO NELLA VIOLENZA DEL RICATTO,
NON FINISCONO NELLA VILTA' DI CHI ABUSA.

ED E' UN ESERCITO INVINCIBILE, PERCHE' SIAMO I VOSTRI SOGNI PERDUTI, LA VOSTRA UMANITA' SVENDUTA, LA VOSTRA DOLCEZZA RIMOSSA, LA DIGNITA' CHE AVETE TRADITO.

gruppo capitano ultimo